Quali sono le Norme che Regolano l'Ereditarietà delle Proprietà sotto la Legge islamica

Per esempio, ha due figli B e C

In questo post del blog, Harsha Asrani, studente, NIRMA Università, Ahmedabad scrive circa le norme che regolano l'ereditarietà sotto la legge islamica

La Legge Musulmana di Successione è una combinazione di quattro fonti di ovvero il Santo Corano, la Sunna (la pratica del profeta), Ijma, (Consenso dei dotti, gli uomini della comunità, la decisione su una materia), Qiyas (deduzioni basate sull'analogia a ciò che è giusto in conformità con buoni principi).

Diritto musulmano riconosce due tipi di eredi, in primo luogo, partecipi, quelli che hanno diritto alla quota del defunto proprietà e, in secondo luogo, di Residuo, quelli che vorrebbero prendere la condividono la proprietà che rimane dopo che i partecipanti hanno preso la loro parte. Sotto l'Indiano legislativo regime, le norme che regolano l'ereditarietà sotto la legge Musulmana dipendono dal tipo di proprietà.

In caso di Non testamentario successione, il Muslim Personal Law (Sharia) Applicazione di Legge, viene applicato.

D'altra parte, nel caso di una persona che muore testate cioè colui che ha creato la sua volontà prima della morte, l'eredità è regolato a norma della pertinente Musulmani Sharia Legge applicabile al Sciiti e Sunniti. Nei casi In cui l'oggetto di proprietà è un bene immobile che è situato nello stato del West Bengala o rientra nella giurisdizione di Madras o Alta Corte di Bombay, i Musulmani sono vincolati dagli Indiani Successione Atto. Questo l'eccezione è solo per le finalità di successione testamentaria. È interessante notare che il diritto Musulmano non fa alcuna netta distinzione tra due o più tipi di proprietà, quali mobili e immobili, corporeo e incorporeo, etc.

Poiché non vi è alcuna distinzione tra i diversi tipi di proprietà, pertanto, in caso di morte di una persona, di ogni proprietà che si trovava all'interno dell'ambito di proprietà del defunto deve diventare una materia di eredità.

La quantità di proprietà che deve diventare oggetto di eredità e viene reso disponibile per il legale eredi ereditano deve essere determinato dopo alcuni stanziamenti. Detti stanziamenti possono includere le spese pagate in luogo del funerale, i debiti, i lasciti, testamenti, etc. Dopo tutti questi pagamenti, a sinistra rispetto alla proprietà, dovrà essere definito come la proprietà ereditabile. A differenza di legge Indù, non vi è alcuna disposizione di distinzione tra i singoli ossia self-acquisiti o ancestrale di proprietà. Ogni proprietà che rimane all'interno della proprietà di un individuo può essere ereditato dai suoi successori. Ogni volta che un Musulmano muore, tutti i suoi beni acquisiti da lui durante la sua vita o ereditato dai suoi antenati può essere ereditato dai suoi eredi legittimi. Successivamente, alla morte di ogni legittimo erede, la sua proprietà ereditata plus proprietà acquisita da lui durante la sua vita sarà trasferito agli eredi. Il principio di diritto Indù dell'eredità, che non trova posto nel mondo islamico diritto delle successioni. La questione dell'ereditarietà della proprietà nel diritto Musulmano viene solo dopo la morte di una persona. Un bambino nato in una famiglia Musulmana non ottenere il suo diritto di proprietà sulla sua nascita. Infatti, tale persona non detiene diventa un erede legittimo e, pertanto, non detiene nessun diritto fino al momento della morte di un antenato. Se un erede vita anche dopo la morte del predecessore, egli diventa un erede legittimo e, pertanto, ha diritto a una quota in proprietà. Tuttavia, se l'apparente erede non sopravvivere al suo antenato, quindi no tale diritto di eredità o condividono la proprietà deve esistere. Dottrina della rappresentazione afferma che se durante il ciclo di vita di un antenato, suoi eredi legittimi morire, ma i suoi eredi ancora sopravvivere, allora, quali eredi deve diventare diritto a una quota di proprietà come ora si deve rappresentare la loro immediata generazione. Dottrina della Rappresentazione trova il suo riconoscimento in Romano, inglese e Indù leggi dell'ereditarietà. Tuttavia, questa dottrina della rappresentazione, non trova il suo posto nella Musulmano, diritto delle successioni.

Durante il tempo di vita di Un se B muore, quindi in caso di morte di un solo C ha il diritto di ereditare la proprietà.

B i figli di D ed e non ha diritto ad alcuna quota di proprietà.

Tra C e B, figli D e e, C escludere totalmente D ed e di ereditare la proprietà.

Pertanto, non è detto che quanto più l'erede esclude l' remota l'erede di eredità. I giuristi Musulmani giustificare il motivo per negare il diritto di rappresentanza per il motivo che una persona non ha nemmeno un rudimentale diritto di proprietà di un suo antenato, fino alla morte del predecessore. Si è sostenuto che, un diritto che non è stata conferita alcuna possibilità non possono dar luogo a reclamo, a mezzo di una persona deceduta. Sotto la legge islamica, la distribuzione della proprietà può essere fatta in due modi, in primo luogo pro capite o per striscia la distribuzione. Pro - Capite metodo di distribuzione è majorly utilizzato nel Sunnita legge. Secondo questo metodo, il patrimonio lasciato da antenati viene equamente distribuito tra gli eredi.

Pertanto, la quota di ogni persona dipende dal numero di eredi.

L'erede non rappresenta il ramo da cui eredita. D'altra parte, per striscia metodo di distribuzione è riconosciuto in Sciita legge. Secondo questo metodo di ereditarietà della proprietà, la proprietà è distribuita tra gli eredi in base alla fascia di appartenenza. Quindi il quantum della loro eredità dipende anche dal ramo e il numero di persone che appartengono al ramo.

B ha due figli, cioè D e e e C ha anche due figli F e G

Per esempio, se Una ha due figli, cioè B e C.

B ha due figli, cioè D e E. Supponiamo che la morte di sua proprietà, la pena è stimata essere di circa. B e C, avrebbe diritto a una quota uguale di ogni. Nel caso In cui B e C, in entrambi i dadi, quindi la misura della loro azione deve essere nel modo seguente. B i figli di D ed e possono ereditare la proprietà nella misura di B. La loro azione deve essere ciascuno. Per quanto riguarda i bambini di C sono interessati nella misura di proprietà che può ereditare si estende per. Le loro rispettive azioni devono essere di uguale cioè. Quindi, si può dire che la quota di ogni persona in questo metodo di distribuzione varia.

È interessante notare che gli Sciiti legge riconosce il principio di rappresentanza, per un limitato fini del calcolo della misura della quota di ogni persona.

Inoltre, sotto Sciita legge, questa regola è applicabile per la determinazione del quantum di condivisione dei discendenti di un pre-figlia defunta, pre-fratello defunto, pre-defunta sorella o di un pre-defunta zia. Musulmani non creare alcuna distinzione tra i diritti di uomini e donne. Sulla morte del loro antenato, nulla può impedire sia la ragazza e il ragazzo bambino a diventare i legittimi eredi di proprietà ereditabile. Preferenziale diritti non esistono. Tuttavia, si è trovato generalmente che il quantum della quota di erede femmina, è la metà di quella di eredi maschi. La giustificazione disponibile per questo la lode sotto la legge islamica è che la femmina deve al matrimonio ricevere mera e manutenzione da parte del marito, mentre i maschi hanno solo la proprietà degli antenati per eredità. Inoltre, i maschi hanno il dovere di mantenere la propria moglie e i figli. Sotto la Legge islamica, un bambino nel grembo materno avrà diritto esclusivamente alla quota di proprietà, se lui o lei è nato vivo. In caso se lui è nato morto, allora la quota conferita in lui cessa di esistere e si presume che non è mai esistito. Sotto Sciita legge, un Musulmano vedova che non ha figli ha il diritto di ereditare un quarto di condivisione dei beni mobili appartenenti al defunto marito. Tuttavia, una vedova con figli o senza figli, vedova ha diritto a un ottavo del defunto marito di sua proprietà. Nei casi In cui un uomo Musulmano si sposa durante un periodo in cui egli è affetto da qualche malattia mentale e muore senza consumare il matrimonio, la vedova non ha diritto ad alcun diritto su di lei marito morto di proprietà. I diritti di passaggio i bambini non si estendono ad ereditare la proprietà dei loro genitori adottivi. Tuttavia, il passo fratello può ereditare la proprietà da loro passaggio sorella o un fratello. Nei casi In cui una persona muore senza eredi, quindi, di proprietà di una persona deve andare al governo. Lo stato è considerato come l'ultimo erede di ogni defunto.

Recuperati dal Sito di Me e la Moglie sono Musulmano, e abbiamo solo due figlie.

come la proprietà di me e la moglie saranno condivisi. È possibile possiamo fare la volontà di dare via tutta la nostra struttura per le figlie? Si prega di avvisare. CIAO aveva acquistato la proprietà nel da Musulmani, di persone che avevano comprato il sé (il suo nome). Credo che questa sarà la sua proprietà acquisite da sé. Ci sarà qualche problema se voglio vendere questo? Un Musulmano Sunnita vedova è una seconda moglie del suo defunto marito.

Il suo defunto marito, moglie e due figli maschi al primo matrimonio.

Qual è la sua quota in proprietà del marito, come per la successione intestata? Thank u per l'articolo. Se Uno è Musulmano le donne che hanno il marito e tre figli e quattro figlie, di cui un figlio muore prima della morte di lei e il marito, dopo di lei, quale sarà la loro quota di proprietà. Pls aiuto di Una donna Indù sposato e convertito all'Islam, è lei ad essere in grado di vendere la sua ancestrale di proprietà di un acquirente (un Indù), per un corrispettivo, senza alcun legale complicazione delle regioni di norme di diritto Musulmano sulle donne in India. Ciao, ho bisogno di chiedere una domanda. Ci sono Musulmani Mia madre ha una casa a Mumbai. Morì nel e poi mio Padre è deceduto nel. Ora, io ho due sorelle (entrambi sposati) e non fratelli. Non c'è sarà disponibile È possibile trasferire la proprietà da il nome di mia Madre al mio nome? Se SÌ, quale sarebbe il processo. Se è un uomo non sposato, ha le sue guadagnato proprietà ancestrale proprietà anche. Ha due fratelli maggiori, C e D, la C E(la figlia) e F (figlio) e D ha G(figlio)H(figlia)io(figlia). E) e F) avere cura di Un fino alla morte, così ha scritto una sua volontà guadagnato beni affermando che essa appartiene a e e F. Dalla Sharia legge, è valida o no? Può G, H e I, pretendere che’ s ha voluto proprietà. “A” che è stato ritirato governo dipendente e da pensione di vecchiaia acquistato la proprietà in vendita iscritta atto in nome dei suoi tre figli in comune “B, C, D”. “A” è morto, e ora “B a D” stanno facendo sforzi per alienare la proprietà, se i bambini di “B” che sono tre in numero cioè, due figli e una figlia può pretendere la quota sotto la Legge islamica.

Gentilmente fare una necessaria in detto riguardo.